Lavori in corso

Aldo Fichera, edizione dei due trattati di mascalcia in volgare siciliano del ms. 2934 della Biblioteca Riccardiana di Firenze.

Edizione dei due trattati di mascalcia in volgare siciliano del ms. 2934 della Biblioteca Riccardiana di Firenze. Il primo, da suddividere in tre sezioni, è il risultato di una contaminatio tra il De medicina equorum di Giordano Ruffo (sezione iniziale e finale) e la traduzione latina di Bartolomeo da Messina del primo libro del De curatione equorum ad Bassum di Ierocle (sezione centrale). Il secondo trattato, pur se nell’indice dei capitoli (caso raro precede il testo) contiene dei titoli del Liber marescalciae di Lorenzo Rusio e presenta degli scongiuri, formule magiche e ‘credenze popolari’ (Li jorni difisi), è da ascriversi tra i volgarizzamenti dell’opera del nobile calabrese della corte di Federico II.